Mattia Maggioni

Mattia Maggioni

Onestà intellettuale, la chiarezza della visione, il coraggio di pensare “alto” e “altro”

Collaboratore e amico di Alilò futuro anteriore

Nasce il 10 di uno splendido aprile di 4×10 anni orsono… cresce nella nativa Bergamo tra libri, buona musica ed alcune difficoltà di collocazione nel gruppo di pari (conoscere De Andrè e Guccini invece di Wham e Duran Duran non aiuta in seconda media…), per non farsi mancare niente ovviamente studia al Sarpi e poi 5 anni di psicologia a Torino (troppo ovvio a Padova…), tirocinio a Niguarda, primi lavori in Asl come psicologo del servizio di assistenza domiciliare integrata (giusto in tema con la tesi sul vissuto di morte negli operatori sanitari) e tanta attività clinica in via Broseta 58. Mentre lavora per diventare ed essere psicanalista trova il tempo per fondare e gestire praticamente da solo (sigh) l’Associazione sportiva Atletico Fusillo che in 15 anni di attività ha offerto ospitalità ad oltre 150 aspiranti o ex calciatori della provincia… e ancora non mollano… È convinto che l’onestà intellettuale, la chiarezza della visione, il coraggio di pensare “alto” e “altro” siano gli strumenti del suo operare in ogni ambito: nella stanza d’analisi come in campo, in Consiglio Comunale (ah, già, ha fatto anche l’assessore ai servizi sociali per un po’…) come nei rapporti interpersonali: quando partiamo per la prossima sfida? Dimenticavo, si è capito che la sua dote principale è la modestia, vero?